Le amministrazioni si avviano alla costruzione del sistema professionale e alla pianificazione dei fabbisogni

letto 136 voltepubblicato il 11/12/2019 - 13:07 nel blog di Mario Giampaolo

Entro la fine dell’anno le amministrazioni che hanno aderito all’iniziativa “Assessment delle competenze e pianificazione dei fabbisogni” nell’ambito del progetto RiformAttiva, riceveranno i primi output per avviare la fase di costruzione del Sistema Professionale.

Le amministrazioni che abbiano espresso l’esigenza di attivare un intervento mirato sul piano organizzativo parteciperanno alla condivisione dell’approccio metodologico finalizzato alla costruzione di un «Sistema Professionale» strutturato. La metodologia proposta, propedeutica alla fase operativa, prevede la scomposizione e l’analisi dei processi interni all’amministrazione, la rilevazione degli ambiti di lavoro e delle aree professionali e infine la definizione di aree di competenza e relativi profili professionali.

Attraverso la scomposizione dei processi e la definizione delle aree di lavoro sarà possibile definire il perimetro entro cui intervenire andando a individuare ruoli e profili professionali chiave al fine di offrire un servizio pubblico ancor più efficiente. Per questa prima iniziativa sono già state coinvolte alcune amministrazioni tra cui gli enti comunali di Piacenza, Cecina, Bassa Romagna e la Provincia di Savona.

Le amministrazioni che abbiano necessità di incrementare l’organico potranno, sulla base degli obiettivi strategici, calcolare il numero di unità professionali da inserire e il relativo impatto. A tal fine verrà condiviso con le istituzioni un cruscotto dinamico per la prioritizzazione degli obiettivi strategici attraverso cui i Dirigenti potranno esprimere il fabbisogno di risorse utili agli uffici per il raggiungimento degli obiettivi strategici. In questo scenario, la composizione del fabbisogno espresso dai Dirigenti sarà il risultato di un’integrazione tra l’organico e le nuove unità di personale calcolate.

Entrambe le iniziative, attraverso azioni chiave e puntuali per il raggiungimento degli obiettivi, avranno un impatto diretto sulle amministrazioni beneficiarie dell’intervento e, di conseguenza, sui cittadini.