Risorse umane e semplificazione. Tre nuovi appuntamenti per il progetto RiformAttiva

letto 200 voltepubblicato il 10/07/2019 - 15:53 nel blog di Redazione Web OT11OT2

Pianificare ed avviare il percorso di affiancamento alle Amministrazioni che hanno aderito alla seconda fase del progetto RiformAttiva, con particolare riferimento ai temi della gestione delle risorse umane e della semplificazione amministrativa. Con questo obiettivo, dopo l’incontro del 2 luglio a Milano che ha coinvolto le Amministrazioni ricadenti nei territori di Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Liguria, il progetto RiformAttiva continua il suo viaggio a fianco delle Amministrazioni locali con tre appuntamenti programmati per il mese di luglio.

La prossima tappa è prevista per lunedì 15 luglio a Roma. Al centro dell’incontro, dedicato alle Amministrazioni aderenti a RiformAttiva di Abruzzo, Marche, Sardegna, Toscana e Umbria, saranno ancora una volta i temi dell’Assessment delle competenze, il Piano triennale dei fabbisogni di personale e la Valutazione delle performance. 

Lo stesso appuntamento sarà replicato a Bari mercoledì 17 luglio per le Amministrazioni di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia.

Entrambi gli incontri saranno articolati in una sessione plenaria relativa allo stato di attuazione del progetto sul ruolo del supporto tecnico delle società  che accompagneranno l’attuazione del progetto nella seconda fase e da due sessioni parallele dedicate appunto all’Assessment delle competenze e Piano Triennale dei Fabbisogni di personale  e alla Valutazione delle Performance. Entrambe le sessioni parallele prevederanno una fase di condivisione e definizione dei piani di lavoro con la partecipazione attiva delle Amministrazioni.

La terza tappa, infine, è programmata per giovedì 18 luglio a Roma, presso il Dipartimento della Funzione Pubblica. Il focus, in questo caso, sarà sui processi di semplificazione amministrativa, con uno spazio di lavoro dedicato anche alla pianificazione delle attività da mettere in campo nei prossimi mesi insieme a quelle Amministrazioni che, per la seconda fase di RiformAttiva, hanno deciso di aderire a questo percorso.