Linee guida per la costruzione di reti di collaborazione interistituzionale ed il coinvolgimento del terzo settore. Condivisione del documento e chiusura dei lavori

letto 1217 voltepubblicato il 09/11/2016 - 16:10 nel forum Forum generale, in Sistema multilivello dei servizi sociali in rete

Cari partecipanti all’ALC “Sistema multilivello dei Servizi sociali in rete “,

riprendendo il percorso interrotto lo scorso mese di Luglio, nella sezione documenti potete trovare l’ultima versione delle Linee guida per la costruzione di reti di collaborazione interistituzionale ed il coinvolgimento del terzo settore. La redazione del documento, frutto di un lavoro congiunto tra Ministero del lavoro ed il supporto tecnico-scientifico del Formez PA, si è basata sui preziosi contributi forniti dalle amministrazioni regionali sia negli incontri in presenza ed on line del gruppo sia con l’invio di utili documenti di lavoro.

Le Linee guida proposte, sono state strutturate in:

  • una parte generale, rivolta a definire le linee di metodo utili ai fini della costruzione di reti di collaborazione, secondo il principio di progressività della loro strutturazione;
  • una parte specifica, rivolta a dettagliare i contenuti minimi dei possibili protocolli costitutivi delle diverse tipologie di reti individuate.

Si tratta ora di finalizzare il lavoro che ci ha visti impegnati insieme nel corso di questi ultimi cinque mesi e che riteniamo abbia prodotto utili risultati, per poi passare alla successiva fase di divulgazione degli stessi, come annunciato con il post Prossime attività del Comitato OT11 OT2.

Attendiamo pertanto da parte vostra, fino al 19 novembre p.v.,osservazioni, proposte di modifica/integrazioni sul testo di Linee guida pubblicato nella sezione "Documenti", così da perfezionarlo prima della sua stesura definitiva.

E’ aperto quindi il confronto!

2 commenti

Manuela  Facco

Manuela Facco18/11/2016 - 15:55

Grazie per il lavoro svolto.  E' un  lavoro  condiviso che é stato affrontato fin dalla sua costruzione, con una filosofia prospettica che  vuole rispondere non solo a bisogni sociali contingenti.

L'utilizzo dei protocolli di integrazione istituzionale e gestionale che ogni regione riterrà più idoneo all'attivazione di un sistema coordinato di politiche ed interventi,  potrà davvero proporre soluzioni  e innescare cambiamenti stabili  a livello locale, dove ancora oggi,  le modalità con cui alcuni  operatori  territoriali recepiscono un accordo può essere inteso di stampo esclusivamente burocratico.

Questa modalità potrà essere funzionale al cambio di paradigma previsto dall'attuale programmazione  che sposta l'attenzione dalla situazione  di svantaggio del momento  al rischio di svantaggio, intervenendo così preventivamente ed efficaciemente.

Grazie a tutta la squadra!  A presto.

 

 

Luigina Leonarduzzi

Luigina Leonarduzzi18/11/2016 - 10:40 (aggiornato 18/11/2016 - 10:40)

Un sentito apprezzamento per il lavoro svolto e per il documento finale che  condividiamo appieno nella struttura e nei contenuti.

Le "Linee guida per la costruzione di reti di collaborazione interistituzionale ed il coinvolgimento del terzo settore" si pongono come utile strumento per la realizzazione delle azioni di inclusione sociale attiva se accompagnate da un rafforzamento amministrativo nei termini di disponibilità delle risorse umane con specifiche competenze.

Grazie a tutti! A presto.