Rush finale per la definizione delle "Linee guida per la costruzione di reti di collaborazione interistituzionale ed il coinvolgimento del terzo settore"

letto 914 voltepubblicato il 11/11/2016 - 12:00 nel blog di Maura Montironi, in Sistema multilivello dei servizi sociali in rete

Fino al 19 novembre, è possibile partecipare alle attività di discussione e condivisione on line delle "Linee guida per la costruzione di reti di collaborazione interistituzionale ed il coinvolgimento del terzo settore", realizzate all'interno della ALC "Sistema multilivello dei servizi sociali in rete", che si propongono come un riferimento comune di indirizzo, non cogente, per supportare lo sviluppo di quattro processi-chiave nell'ambito del sistema delle politiche sociali:

  • la definizione di possibili architetture-tipo di relazioni fra i vari attori, istituzionali e del Terzo settore, con riferimento a schemi a diverso grado di strutturazione (dalle intese di principio ed indirizzo agli accordi di collaborazione e cooperazione giuridicamente vincolanti), complessivamente rivolte all'istituzione ed al governo di sistemi multilivello dei servizi sociali a rete stabili, adattivi ed evolutivi;
  • la definizione dei contenuti minimi di riferimento dei singoli protocolli-tipo di rete, intesi come le regole comuni definite ed assunte dai diversi attori interessati, a supporto della loro specifica applicazione contestuale, tenendo conto ove opportuno delle loro implicazioni sulla programmazione e la gestione del FSE;
  • l'individuazione dei fabbisogni di rafforzamento della capacità delle Amministrazioni interessate dalla costruzione e dall’esercizio delle reti, nonché la definizione di modalità congiunte ed integrate di sviluppo delle relative competenze amministrative;
  • il confronto e lo scambio di modelli e pratiche fra Amministrazioni, in una logica di processo e di valorizzazione delle specificità.

Le linee guida contengono, oltre ad un inquadramento generale che definisce linee di metodo utili ai fini della costruzione di reti di collaborazione, secondo il principio della progressività della loro strutturazione, una sezione specifica che dettaglia i contenuti minimi di cinque possibili protocolli costitutivi delle diverse tipologie di reti individuate, distinguendo fra livelli di integrazione istituzionale, per cui si propongono due schemi di accordo al fine di definire i principi, le architetture e le regole comuni di programmazione ed attuazione ai fini dell’orientamento del sistema, e ambiti di integrazione gestionale, con la proposta di 3 schemi di accordo per l'effettiva attuazione del sistema multilivello dei servizi sociali in rete, attraverso la specificazione delle modalità operative comuni ai vari attori co-agenti.

La bozza di linee guida, in attesa della validazione finale all'interno del gruppo di lavoro, può essere visualizzata solo dagli iscritti alla ALC nella Sezione "Documenti", dopo aver effettuato il login con il proprio profilo.

Chiediamo, quindi, a tutti gli iscritti alla ALC, un ultimo sforzo per verificare che il prodotto finale (che contiene al suo interno anche i 5 schemi tipo di accordo/protocolli tra Amministrazioni) abbia centrato i nostri obiettivi e sia riuscito a raccogliere tutte le istanze e i suggerimenti che i partecipanti hanno condiviso finora. Aspettiamo anche suggerimenti e proposte di modifiche/ integrazioni da chi finora non ha avuto modo di partecipare attivamente ai lavori.

Per inserire commenti e contributi, si può rispondere, entro il 19 novembre prossimo, direttamente al post di Fabrizio Cassia "Linee guida per la costruzione di reti di collaborazione interistituzionale ed il coinvolgimento del terzo settore. Condivisione del documento e chiusura dei lavori", che ha aperto un apposito spazio di discussione nel nostro Forum.

Grazie per quanto vorrete condividere con tutto il gruppo.

Rimango come al solito a disposizione.