Apertura Area di lavoro Data e Open data Management

letto 2106 voltepubblicato il 16/03/2016 - 16:11 nel blog di Gabriele Ciasullo, in Data e Open data Management

L’Agenzia per l’Italia digitale è da tempo impegnata su più fronti nel valorizzare il patrimonio informativo che viene prodotto dalle pubbliche amministriamone italiane attraverso l’uso di tecnologie e metodi innovativi. L’open data, visto nella logica di open government come strumento per favorire trasparenza, accountability e partecipazione dell’azione pubblica è un obiettivo fondamentale dell’azione del Governo italiano. Sul tema, la normativa conferisce all’Agenzia il compito di promuovere le politiche nazionali, implementare azioni di sistema di rilevanza nazionale e indirizzare le amministrazioni verso un processo di produzione e rilascio dei dati pubblici standardizzato e interoperabile.
 

Di seguito le principali iniziative dell’Agenzia per l’Italia Digitale a sostegno delle politiche di open data:

L’Area di lavoro Comune Data e Open data Management del network Ot11 e Ot2 rappresenta per l’AgID una importante occasione di condivisione del percorso di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico insieme alle amministrazioni italiane titolari di Programmi Operativi (PO). Attraverso questo spazio si vuole supportare la definizione della programmazione attuativa dei diversi PO sugli interventi legati alla gestione dei dati pubblici al fine di ridurre il rischio di duplicazioni e insieme attivare   dinamiche di collaborazione virtuosa tra le diverse amministrazioni impegnate su questi temi, a partire dalla alimentazione del catalogo nazionale dei dati della PA.

Obiettivi

Partendo dai risultati attesi descritti nel Terms of Reference "Rafforzamento delle competenze di Open Data Management in ambito Agenda Digitale”, disponibile nella sezione documenti , vengono qui di seguito evidenziati gli obiettivi proposti da Agid per l’Area di lavoro:

  • Eventuale individuazione di basi di dati di interesse nazionale (oltre quelle indicate dall’articolo 60 del CAD), nonché delle caratteristiche basilari in termini di sicurezza, usabilità, interoperabilità, qualità, etc.;
  • Individuazione di possibili basi di dati di interesse regionale, nonché delle caratteristiche basilari in termini di sicurezza, usabilità, interoperabilità, qualità, etc.;
  • Supporto alle attività di alimentazione del portale nazionale dei dati della PA (dati.gov.it) in coerenza con il profilo nazionale di metadata (DCAT-AP_IT) in corso di adozione da parte di AgID , al fine di: i) migliorare la qualità di dati, ii) armonizzare i metadati,  iii) assicurare la l’interoperabilità del catalogo nazionale con il portale paneuropeo;
  • Definizione degli standard di Open Data Management (ODM) con riferimento al modello operativo per la produzione e gestione dei dati aperti previsto nelle Linee guida nazionali per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico;
  • Individuazione di un paniere di dataset, definizione indicatori e criteri di monitoraggio criteri e supporto alle attività di reporting in relazione agli adempimenti previsti dal CAD (art. 52), dalla direttiva PSI e relativa norma di recepimento (D. Lgs. 102/2015) e dall’accordo di partenariato, per la parte relativa agli open data.

 

Metodo di lavoro

Il prodotto finale delle attività dell’Area di lavoro Data e Open data Management è la definizione di un protocollo condiviso che orienti la programmazione attuativa di tutte le amministrazioni partecipanti per l’Obiettivo tematico 2 “Migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), nonché il loro utilizzo e qualità” e per l’obiettivo tematico 11 “Migliorare l’efficienza della pubblica amministrazione” a sostegno della politica di coesione per il periodo 2014-2020. La metodologia proposta per la definizione del protocollo è orientata in prima battuta alla condivisione degli obiettivi come condizione indispensabile per procedere con i lavori; a valle del consolidamento degli obiettivi da raggiungere si procederà con i lavori per la realizzazione del protocollo Data e Open data Management. Lo sviluppo degli obiettivi attraverso confronto di merito fra partecipanti avviene attraverso un limitato numero di sessioni in presenza (una di avvio e una restituzione degli output), supportate da esperto in conduzione di gruppi e attraverso una costante interazione condotta sulla piattaforma digitale di collaborazione a distanza.

 

Tempi

Le attività dell’Area di lavoro Data e Open data Management dovranno concludersi entro la fine di giugno 2016. Di seguito una proposta di calendario delle attività:

  • Avvio dell’Area di lavoro Data e Open data Management, entro marzo
  • Condivisione degli obiettivi, metà aprile
  • Esplicitazione degli obiettivi nello schema di protocollo Data e Open data Management, fine giugno

Contatti

A breve tutti i partecipanti a quest’area di lavoro per un primo incontro online e per valutare insieme una data utile per un incontro in presenza. Fino ad allora possiamo sentirci attraverso il sistema di messaggistica interna della piattaforma sul mio account o sull’account di Gianfranco Andriola che per FormezPA faciliti quest’area di lavoro.