Forum di discussione: Open Data

letto 1777 voltepubblicato il 17/05/2016 - 17:45 nel forum Forum generale, in Data e Open data Management

Questo Forum è riservato alla discussione e al lavoro del gruppo impegnato nell'ALC Open Data. In particolare la discussione si focalizza sulle due attività descritte nel post di Gabriele Ciasullo "data e open data management: lavori in corso"

1 - Aggiornamento Linee guida per la Valorizzazione del patrimonio informativo pubblico

2 - Definizione del paniere "dinamico" di dataset di riferimento

1 - Rispetto al primo argomento, alla luce degli aggiornamenti legati al mutato assetto normativo (direttiva PSI 2.0 e relativa norma di recepimento) e alla definizione del profilo nazionale dei metadati (DCAT-AP_IT) per descrivere i dati delle pubbliche amministrazioni, si ritiene importante avviare l'aggiornamento delle linee guida 2014, con particolare riferimento ai capitoli n. 5, 6, 8 e 10.  

Quali parti delle Linee guida necessitano di una semplificazione, quali parti invece vanno trattate in modo più dettagliato e quali argomenti  possono essere eliminati o invece introdotti? Queste le riflessioni sule quali vi chiediamo di soffermarci e alle quali vi chiediamo di contribuire. A questo fine per eventuali indicazioni o segnalazioni più puntuali, rendiamo disponibile un apposito template di facile utilizzo.

2 - Riguardo al paniere dinamico di  dataset di riferimento, a partire a partire da quello concluso al 31/12/2015, il lavoro e l’apporto di questo gruppo ha l’obiettivo di definire un nuovo paniere, indicando le basi dati che si ritiene di rendere disponibili secondo il paradigma dell'open data a partire dal 2106 in poi. L'obiettivo è di delineare insieme un paniere ufficiale di riferimento per le diverse azioni di monitoraggio, tra cui quelle previste dal CAD, dalla direttiva PSI e dall’Accordo di partenariato.

A questo fine, rendiamo disponibile in allegato il paniere 2015 e un primo draft di paniere 2016 che vi chiediamo di incrementare, mantenendo naturalmente i dati in questo già previsti. Nel paniere, sono riportati anche alcuni indicatori che riteniamo utili per le suddette azioni di monitoraggio; in questo forum abbiamo naturalmente la possibilità di avviare un confronto anche su tali indicatori e, nel caso, di proporne altri. 

Nella sezione documenti, sono disponibili i materiali e i documenti a supporto del nostro lavoro:

1 - Linee Guida 2014 e Template per l'aggiornamento 

2 - Paniere al 31/12/2015 e  Paniere 2016 

Siamo certi che la discussione sarà ricca di spunti e contributi!

Buon lavoro  smiley

5 commenti

francesca gleria

francesca gleria22/06/2016 - 12:06

Ciao a tutti, ho provato a contribuire  operativamente al lavoro  usando la piattaforma e sarà che sono anziana , ma non ce l'ho fatta, quindi velocemente uso questo forum per condividere alcune cose, poi mi rimanderete ai link più opportuni

1. una domanda di metodo che tempi ha quello che stiamo facendo - no per piacere ASP - perché stiamo tutti lavorando nei nostri territori - servirebbero delle scadenze  realistiche e programmate - se le avete già condivise e me le sono perse  - mi scuso - forse potrebbe essere utile una piccolissima roadmap visobile appena si entra nella piattaforma 

 

2. Linee guida  - ho guardato la tabella word che avete condiviso e ho delle difficoltà e alcune domande - si tratta di aggiornare le linee guida del 2014 - da allora ad oggi è cambiato il mondo - si parla di data driven economy di digital single market -  quello che stiamo facendo necessita maggiore velocità e strumenti più "agili"  non si può contribuire  proponendo  modifiche a paragrafi di un impianto di documento che è un buon documento ( abbiamo passato l'estate scorsa ad allinervicisi come Trentino) - fors esraebbe più utile   condividere  su una condivisa l'indice (magari esploso) e dentro ad un indice ogni regione mettesse quello che è il contributo che pensa di poter dare a linee guida nazionali in ottica europea. 

ad es. noi abbiamo dleiberato queste a dicembre 2015 

centrando il ragionamento su qualità sostenibilità aggiornamento  standard dei dati  (quello che secondo noi deve fare la pa) prendersi cura  della "miniera"  e caso mai di qualche servizio che processi meglio  "'il dato"  o che ci aiuti a "trovarrlo meglio"  il resto lo fanno altri -  anche altre strutture della pa per es. lo fa chi si occuca di sviluppo industriale, start up, smart city smart territory ... non necessariamente che si occupa di mettere adisposizione dati  di qualità

in queste linee guida  abbiamo per es detto che è impoirtante  prima di aprire qualsiasi cosa  partire da un censimento delle basi dati (!) che sia capace di costruioire il ciclo di vita di quei dati  - da dove vengono - dove sono stoccati e dobve vanno -  questo garantisce di allineare  codici e ricostruire la mappa dei dati a livello nazionale euiropeo 

Abbiamo anche detto che le fonti dei dati  a noi paiono di 4 tipi (e ogni tipo pone quetsioni differenti in termini di modellazione, qualità errori  ecc.)   1.istemi gestionali, 2. i sistemi dei sensori, 3. le tabelle (o gli access) autoprodotti e i 4 portali istituzionali che se vengono strutturati in classi "pulite" e allineate fra i diversi livelli di governo  sono una base preziosissima di informazioni per tutta la quetsione degli sviluppi di servizi anche on line. 

Sono sicura ogni regione in una direzione o nell'altra ha sviluppato quetsioni e temi e spesso anche  in modo molto allineato e/o simile - bisogna troivare il modo per recuperare la ricchezza che i territori hanno prodotto in questi anni e allinerli ad una strategia nazionale  di standard e qualità  che è necessaria - il valore del datodipende dalla sua capacità di uscire dal locale - sia esso una città, una regione/privincia una stessa nazione. la strategia è globale e per questo  l'arrivo della piattaforma del portale europeo dei dati aperti è un passaggio importante  da cui partire  per inserire  coerenza e allineamento in ottica digital single market

2.  paniere dati - ogni regione  è titolare di dati che già vengono strutturati perchè dentro a  database nazionali (elezioni - sanità - scuola - cuo ... cig ... )  con uno sforzo minimissimo se ogni regione  aprisse quei dati che già sono controllati,che ovviamente  permettono di mettere a sistema  la soluzione di quetsioni giuridiche di privacy e licenze ecc. ecc.  sarebbe un piccolo passo per un discorso nazionale condiviso sulla cultura del dato aperto

3.  La community italiana open data è una community sveglia, generosa, brllante, esperta - le linee guida nazionale sugli OD  senza la loro partecipazione  non vanno bene - sono segnale che si sta perdendo dei pezzetti, che forse è solo una quetsione di comunicazione - ma i materiali devono  essere condivisi con  SOD.  

a prestissimo francesca

 

Giancarlo Di Capua

Giancarlo Di Capua21/06/2016 - 17:26 (aggiornato 21/06/2016 - 17:26)

Alleghiamo l'elenco del paniere di dataset previsti per il pewriodo 2016-2020.

Un saluto a tutti. A domani.

Alessandra Benvenuti

Alessandra Benvenuti15/06/2016 - 22:59 (aggiornato 15/06/2016 - 22:59)

Un primo contributo da Regione Friuli Venezia Giulia

Premessa

Il tema Open Data è regolato in Friuli Venezia Giulia dalla L.R. n. 7 “Disposizioni in materia di dati aperti e loro riutilizzo” del 17/04/2014 e dal relativo regolamento “in materia di dati aperti e loro utilizzo” approvato con D.G.R. n. 2626 del 30/12/2014.

In tale contesto la Regione FVG, in collaborazione con Insiel, ha dato avvio a una serie di iniziative e attività volte a promuovere lo sviluppo dei dati aperti, che trovano nel Portale Open Data () un punto unico di pubblicazione e consultazione a livello regionale.

Nel 2015, in attuazione del suddetto regolamento, è stato istituito l’”Organismo di coordinamento Open Data”, organismo regionale per il coordinamento, la gestione e la promozione degli Open Data, con il compito, tra l’altro, di raccogliere le istanze degli uffici dell’Amministrazione regionale e supportarli nella pubblicazione dei rispettivi dati sul portale regionale.

 

Dati pubblicati

In allegato una sintesi dei dati attualmente pubblicati sul Portale regionale. Si evidenzia che per i dati di Bilancio comunali (entrate e spese), trattandosi di dati disponibili in formato omogeneo in quanto trasmessi dai Comuni alla Regione nell’ambito del Sistema Conti Pubblici Territoriali (), è stato attivato un servizio di pubblicazione ad uso di tutti i Comuni interessati. Tale servizio rientra fra i servizi del Sistema Informativo Integrato Regionale.

 

Dati di prossima pubblicazione 2016-2020

Al momento attuale si può prevedere un incremento dei dati Open in vari settori dell’Amministrazione regionale, in particolare dei dati inerenti il Patrimonio Culturale regionale (), le risorse naturali e ambientali, il settore turistico e il trasporto pubblico.

In ambito territoriale, ad esempio, il Catalogo dei dati geografici (IRDAT Fvg) istituito con legge regionale 27 dicembre 1991, n. 63, che attualmente conta oltre 700 Dataset, è stato reso disponibile in modalità Open Data ed è programma un’attività di inserimento dei Dataset nel Portale Open Data.

La Regione, al fine di rendere riutilizzabile la più ampia quantità di patrimonio informativo pubblico, promuove inoltre intese con gli enti locali, altre pubbliche amministrazioni e organismi di diritto pubblico, ivi incluse le rappresentanze associative degli enti locali, nonché con biblioteche, musei e archivi, istituti di istruzione, università ed enti di ricerca, comprese le organizzazioni preposte al trasferimento dei risultati della ricerca, aventi sede e svolgenti la propria attività nel territorio regionale.

In quest’ottica, nel corso del 2016, ha stipulato protocolli di intesa con l’ACI Fvg e l’IRES Fvg (Istituto di Ricerche Economiche e Sociali).

La Regione, ancora, svolge un’attività di promozione a favore degli Enti Locali; ne costituisce un esempio il progetto congiunto siglato fra Regione e Comune di Udine e conclusosi nel 2015 avente ad oggetto l’identificazione di alcuni Dataset coinvolti in flussi informativi strutturati (es. derivati dall’obbligo di comunicazione di dati dai Comuni alla Regione), sulla cui base verranno attivati servizi di pubblicazione a beneficio di tutti Comuni interessati, come già operato nel caso dei Bilanci. Tali Dataset riguardano le Opere Pubbliche, il Commercio in sede fissa, i Centri e complessi commerciali, il Commercio su aree pubbliche, il Corpo elettorale comunale.

Infine la Regione offre il proprio supporto a favore degli Enti che intendano adottare iniziative di promozione per la diffusione degli Open Data.

Un saluto

Andrea Borruso

Andrea Borruso05/06/2016 - 11:23 (aggiornato 05/06/2016 - 11:23)

Buongiorno,

volevo lanciare un nuovo thread sul forum Open Data, ma posso solo aggiungere un commento (come questo). Sbaglio qualcosa o non è possibile farlo? Se no, quali sono le scelte fatte?

Grazie

 

Imma Citarelli

Imma Citarelli06/06/2016 - 14:38

Ciao Andrea, nel Forum è possibile aggiungere solo commenti.

La scelta è stata di dedicare questo spazio al confronto e alla produzione collaborativa del paniere 2016 e all'aggiornamento delle linee guida. Se ci sono altri argomenti che ritieni utili e coerenti rispetto a queste attività possiamo discuterne qui, che ne dici?